Inaugurazione della Mostra “...tutti i presepi del mondo...”
Gesù, quel bambino, è la nostra Pace
07/12/2013 18:56  

Porziuncola: Si sente già il profumo di Natale attorno alla Porziuncola; in questa vigilia della solennità dell’Immacolata, occasione, per l’inaugurazione dell’ormai tradizionale mostra dei presepi, si è tenuto davanti alla piccola chiesa - in origine benedettina - così tanto amata da San Francesco, il concerto di canti tradizionali natalizi del Coro di Voci Bianche e di quello Giovanile Octava Aurea, diretto da Mario Cecchetti e con la partecipazione di Frate Alessandro Brustenghi, quale voce solista.

Ad aprire l’iniziativa, volta a celebrare l'inizio di una mostra che ogni anno acquista sempre più rilevanza, è stata la preghiera di Mons. Giovanni D’Ercole, Vescovo ausiliare de L’Aquila, il quale, nel suo intervento iniziale, ha cercato di introdurre l’assemblea gremita di fedeli, allo spirito del Natale cristiano.

Il Vescovo ha invitato tutti a difendere i simboli tradizionali del Natale, in primis il presepe, in una società che vive il rischio di una fede che non sente Gesù come uno di noi. “Gesù è nato per noi e per stare con noi” ha detto: “nella povera casa di Nazaret, il Figlio di Dio s’incarnò nella Vergine Maria”. “L’immacolata concezione della Vergine è un privilegio per noi e per lei: in noi, infatti, anche se il battesimo ci ha liberato dal peccato originale, è rimasta la fatica della vita; in Lei, invece, non solo non vi è peccato originale ma il suo supplemento di fede aiuta anche la nostra vita”. Mons. Giovanni D’Ercole ha evidenziato che non ci può essere Pace se nel nostro cuore non c’è pace:  “Gesù, quel bambino, è la nostra Pace. Non è un concetto o un’idea, ma la Pace stessa, la pace del cuore”. L’invito del Vescovo è stato quello di avvicinarsi al presepe, contemplare ed abbracciare Gesù, senza avere paura della nostra povertà; tutti i personaggi portavano qualcosa, e anche noi possiamo farlo, anche se non abbiamo nulla: anche le cose più piccole vengono trasformate se vengono offerte.

Dopo la riflessione di sua Eccellenza, frate Alessandro ha introdotto il concerto col canto “Ave Maria” di Bartolucci, maestro della Cappella Sistina, salito al cielo poche settimane fa. L’atmosfera si è fatta ancor più calda e accogliente con la successiva entrata dei Cori Propedeutico, Giovanile e di Voci Bianche Octava Aurea, costituito da bambini e ragazzi, e diretto da Mario Cecchetti. Un quartetto d’archi, il flauto, il pianoforte e perfino una splendida arpa, hanno fatto da orchestra a questo delicata armonia di voci. Tanti i pezzi famosi: da Stille Nacht a In notte Placida, da Quando nacque Gesù a White Christmas. Un pezzo in particolare, Maria Mater Gratiae, è stato dedicato alla Vergine Maria, nell’occasione della vigilia solenne e per devozione e ringraziamento. Molti i pezzi della tradizione europea e americana. Le meravigliose e delicate note di questa iniziativa hanno riportato notevole successo, come hanno dimostrato i molti applausi dell’assemblea presente.

P. Fabrizio Migliasso, Custode della Porziuncola, prima di ringraziare i Cori e tutti coloro che hanno collaborato per la realizzazione dell’iniziativa, ha lasciato la parola a Barbara Longiardi  dell’ Agenzia delle Matite Giovanotte. Quest’ultima ha informato che da oggi è possibile accedere alla prima “App” dedicata a San Francesco, iniziativa fatta in primo luogo da persone che hanno creduto nel progetto e che hanno pensato alla possibilità di ognuno di portare sempre con sé le preghiere, la vita, e molto altro del santo di Assisi: sicuramente utile per chi, come ha detto, “non ha la possibilità di visitare questo luogo che fa tanto bene”. Scritti, aneddoti e pensieri, possono, ogni giorno, essere letti e “portare conforto e pace”. Il ricavato dell’iniziativa andrà devoluto per i progetti francescani. Questo il link per saperne di più: www.appsanfrancesco.org.

Alla fine dei saluti e dei ringraziamenti, l’assemblea è stata invitata a portarsi verso la mostra internazionale dei presepi intitolata “Tutti i presepi del Mondo”. Sono circa 150, infatti, i presepi distribuiti elegantemente nella galleria del Chiostro di Santa Chiara e lungo i corridoi del Chiostro del Convento. 76 le Nazioni rappresentate, con le new entry di Nuova Zelanda, Olanda, Ruanda, Burundi e Haiti. Molti i presepi caratteristici: su tutti spicca quello ambientato nella campagna provenzale, lungo circa 10 metri e con scene tipiche della località francese. Una buona rappresentanza dei presepi e dell’Umbria, la regione italiana che quest’anno offre l’olio al santo Patrono d’Italia.

Mentre la gente scorre tra i corridoi dei chiostri in cui presepi e musica di sottofondo invitano i fedeli alla contemplazione, la Basilica si prepara al prossimo solenne appuntamento: questa sera tutti in piedi per la preghiera mariana dell’AKATHISTOS, alle ore 21.15 dopo i primi vespri dell’Immacolata (trasmessa anche su WebTV).




ARTICOLI CORRELATI


12/11/2018  08:30
I frati minori della Porziuncola e i “depositi di Mendicità”
Evento coi frati della Porziuncola e l’Accademia Properziana del Subasio

31/10/2018  15:40
Dove sei? … dal 11 al 14 gennaio 2019
Corso per Single

29/10/2018  18:00
Spirito di Assisi, spirito di pace
Momento di preghiera a Santa Maria degli Angeli

25/10/2018  09:35
La Porziuncola nell’epoca napoleonica
Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia?

07/10/2018  17:00
Antonella Parlani testimone di bellezza d’animo sulle orme di p. Diego Donati
Momento di confronto sulla Mostra Flores et Dulcedo al Museo della Porziuncola

05/10/2018  08:40
Grazie Francesco per questo respiro di cielo che ci hai donato
Secondi Vespri della Solennità e conclusione della Festa del Serafico Padre Francesco