Molto più di una copia!
Il 27 settembre di 10 anni fa “la Porziuncola è volata in America”
21/08/2018 09:37  

Gli uomini soffrono perché il cuore degli altri uomini si è indurito. Deve aver pensato più o meno così Angela Alioto di San Francisco, negli Stati Uniti, e «francescana da tre generazioni». Desiderava fare qualcosa per la sua città nel nome del Poverello. C’è riuscita. Di fronte al numero sempre crescente di senzatetto nel suo paese, ha pensato bene di portare avanti un progetto alternativo a quelli in precedenza appoggiati: riprodurre la Porziuncola per «offrire agli americani un luogo in cui fermarsi, riflettere, meditare e pregare».

Le autorità locali hanno creduto nella sua idea e in pochi mesi la Alioto ha raccolto la somma necessaria. Da dieci anni ormai una copia della chiesetta – identica fin nei dettagli delle singole pietre – si trova a Vallejo Street, all’angolo con la frequentatissima Columbus Avenue, dove ogni anno passeggiano quindici milioni di persone.

La piccola cappella americana ha dimensioni leggermente ridotte rispetto all’originale: quello che conta è che oggi, anche a San Francisco, è possibile lucrare l’indulgenza plenaria, nota come “Perdono di Assisi”, la stessa che i pellegrini ricevono da sempre alla Porziuncola. Un evento reso possibile da un recente Decreto della Penitenzieria Apostolica, che ha voluto estendere anche al Santuario americano questo grande privilegio.

La piccola cappella della Porziuncola – riproduzione perfetta dell’originale – ha trovato posto a San Francesco ed è stata inaugurata il 27 settembre 2008 dal cardinale prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, William Levada, insieme a George Niederauer, arcivescovo della città. La cappella si trova in un edificio a fianco del “National Shrine of st. Francis of Assisi”, un grande Santuario francescano nella città californiana, e può essere ammirata anche dall’sterno, grazie ad una grande vetrata che dà sulla strada.

Padre Robert Cipriano, già rettore del Santuario, si era detto convinto che il luogo sarebbe diventato meta di pellegrinaggio. E la profezia si è avverata: migliaia le persone che ogni settimana domandano una visita guidata alla piccola chiesa. Senza contare le scolaresche, i turisti, i curiosi e i fedeli vi che transitano a frotte ogni giorno. L’accoglienza è garantita da un nutrito gruppo di volontari – i “Cavalieri di San Francesco” - che si sono messi a disposizione per questo specifico impegno.

La Porziuncola è solo il primo passo di un progetto più vasto, il “Renaissance project”, che dovrebbe condurre alla piena valorizzazione del complesso diocesano, anche attraverso il restauro dell’intero Santuario e della piazza, che a breve diventerà zona pedonale.

Numeri che raccontano non soltanto il successo di un’iniziativa, ma testimoniano in particolare il bisogno dell’uomo di ogni tempo di incontrarsi con i valori del Vangelo e con i Santi che lo hanno vissuto e testimoniato.

Guarda su YouTube i vari contributi caricati in occasione del prossimo “compleanno” della Nuova Porziuncola in San Francisco:

  1. Prologue

  2. Introduction

  3. Design

  4. Frescoes

  5. The Marble Floors

  6. The Stones

  7. The Woodwork

  8. The Ironwork

  9. Knights Of Saint Francis




ARTICOLI CORRELATI


12/11/2018  08:30
I frati minori della Porziuncola e i “depositi di Mendicità”
Evento coi frati della Porziuncola e l’Accademia Properziana del Subasio

31/10/2018  15:40
Dove sei? … dal 11 al 14 gennaio 2019
Corso per Single

29/10/2018  18:00
Spirito di Assisi, spirito di pace
Momento di preghiera a Santa Maria degli Angeli

25/10/2018  09:35
La Porziuncola nell’epoca napoleonica
Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia?

07/10/2018  17:00
Antonella Parlani testimone di bellezza d’animo sulle orme di p. Diego Donati
Momento di confronto sulla Mostra Flores et Dulcedo al Museo della Porziuncola

05/10/2018  08:40
Grazie Francesco per questo respiro di cielo che ci hai donato
Secondi Vespri della Solennità e conclusione della Festa del Serafico Padre Francesco