La Porziuncola nell’epoca napoleonica
Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia?
25/10/2018 09:35  

Negli anni dell’occupazione napoleonica dello Stato della Chiesa, ogni dipartimento era chiamato ad istituire un “Dépot de mendicité”, ovvero un centro di accoglienza/detenzione di mendicanti, poveri, malati e bisognosi che popolavano le strade di tutte le città dell’Impero. Per il Dipartimento del Trasimeno, l’odierna Umbria, venne scelto il convento della Porziuncola, dal quale i frati erano stati espulsi con l’arrivo dell’esercito francese.

Come il convento venne trasformato? A quali scopi era istituito tale centro? Quali le difficoltà, gli ideali, le contraddizioni di questa opera? Come i frati interpretarono questo turbolento periodo della loro storia?

A queste e altre domande si cercherà di rispondere approfittando della presentazione del libro di Chiara Coletti, I depositi di mendicità negli stati romani e la dominazione napoleonica: lavoro forzato e inclusione sociale, (L’Harmattan Italia, Torino, 2018).

L’appuntamento è alle ore 16 di sabato 10 Novembre presso il refettorietto del Convento della Porziuncola. L’ingresso è libero e gratuito.

Clicca qui per scaricare la locandina




ARTICOLI CORRELATI


14/12/2018  09:00
Natale, inno gioioso alla sacralità della vita
Riflessione del Card. Gualtiero Bassetti sul Natale

09/12/2018  17:15
Maria, novella Eva, Madre di tutti i redenti
Chiusura delle Celebrazioni della Solennità dell'Immacolata In Porziuncola

09/12/2018  10:45
L’arte come via mistica. Storia di una vita dal 1996 al 2018
Inaugurazione mostra di Elisabetta Zanganelli al Museo della Porziuncola

08/12/2018  17:55
Ave, per te il paradiso fu aperto
Canto dell'Akathistos in Porziuncola

05/12/2018  11:50
“L’arte come via mistica”
Personale di Elisabetta Zanganelli

05/12/2018  08:43
Benemerito Fratello
Pasquale Brugnani e il suo instancabile lavoro a favore della Basilica di S. Maria degli Angeli