Alla Porta del Cielo
La partenza da Cortona del Gruppo Umbria-Sardegna
24/07/2016 18:52  

È cominciata ieri pomeriggio, con il ritrovo dei marciatori a Cortona, la XXXVI Marcia Francescana del Gruppo Umbria-Sardegna, che quest’anno proporrà, insieme all’ascolto, al silenzio e alla preghiera … i paesaggi ed i chilometri di cammino che separano Cortona, appunto, da Assisi. Più precisamente, dalla Porziuncola che è a Santa Maria degli Angeli, dove quest’anno, a differenza di quanto avviene normalmente, l’arrivo non è previsto per il 2 agosto, giorno del Perdono, ma è anticipato di un giorno.

I nostri marciatori non solo gli unici che si sono “messi in cammino”, ma con loro partecipano alla XXXVI Marcia Francescana, intitolata “Alla Porta del Cielo”, i giovani guidati dai frati e dalle suore francescane provenienti da tutta Italia e anche da alcuni Paesi limitrofi, insieme ai gruppi delle famiglie che, negli ultimi anni, partecipano sempre più numerosi.

Il cambio di programma, che comporta l’arrivo dei giovani marciatori al pomeriggio del 1 agosto, è stato voluto perché all’inizio ci si aspettava l’arrivo del Papa al 2 agosto. Quando poi è giunta la conferma del pellegrinaggio di Papa Francesco alla Porziuncola al 4 agosto, gli organizzatori hanno modificato il programma in modo da permettere ai ragazzi di essere presenti alla visita e ascoltare la catechesi del Santo Padre. Tutti loro saranno muniti di pass, come chiunque vorrà assistere, sia in Basilica che in piazza. È possibile, fino al 29 luglio, fare richiesta dei pass.

Ritrovatisi a Cortona, quindi, i nostri marciatori hanno potuto conoscersi, pregare il Vespro e ricevere tre parole: “cercare, chiedere, bussare”, con cui inizia la Marcia, anche se i primi passi del cammino vero e proprio si muoveranno solo a partire da domani, lunedì 25 luglio. Altri due momenti, vissuti ieri sera: la consegna degli standardi di ogni gruppo, ed il TAU ad ognuno dei marciatori, perché ciascuno possa portare simbolicamente la propria croce in cammino verso il Perdono che riceverà in Porziuncola, imparando a fare spazio alla Misericordia del Padre.

L’intensa pioggia ha impedito ai ragazzi di raggiungere, fin da questa mattina, le Celle di Cortona. Cosa che, come attestano le foto, è stata possibile comunque dopo. Nel frattempo, trovato rifugio in un’ampia palestra, hanno ascoltato la catechesi di p. Alfio.

A tutti loro auguriamo, in questo cammino fisico ed esistenziale, di tenere lo sguardo fisso sulla meta, che è l’abbraccio del Padre, è la Porta eterna spalancata per sempre in Cristo Gesù, morto e risorto per tutti e ciascuno di noi.

Dal diario di un marciatore:

Fra il silenzio, l’eucarestia e la condivisione, ognuno, personalmente, scruta l’orizzonte del cammino: corpo, mente e spirito saranno un unicum che prende forma su piedi in marcia.

E con quali coordinate?

Smettere di contare sulle proprie forze e farsi bisognosi: è da qui che passa “Io sto alla porta e busso” di Gesù.

Non chiedere per se stessi, ma diventare insistenti con Dio per gli altri: la salvezza passa per il bene che abbiamo fatto loro.

Chissà quale domanda e quale offerta germoglierà nel grembo della Porziuncola ...






ARTICOLI CORRELATI


30/10/2017  17:56
Rinnovata la fraterna amicizia tra Assisi, Marino e Cortona
L’incontro nella città di Frate Jacopa

17/08/2017  15:50
Celebrazioni per l’VIII centenario Rinaldiano
San Rinaldo fu presente all’annuncio del Perdono di Assisi

04/08/2017  15:41
Amati e salvati, pronti per la marcia della vita
Conclusione della 37^ Marcia francescana

03/08/2017  10:38
Parolin e Bassetti: il Perdono di Assisi, dono per i poveri
Chiusura del Giubileo della Porziuncola

02/08/2017  19:56
1300 marciatori, un’unica meta: la Porziuncola!
Arrivo della 37^ Marcia francescana

02/08/2017  12:08
Infinita misericordia in una “piccola porzione”
Omelia del Card. Parolin alla Porziuncola