La Regione Liguria ad Assisi per San Francesco
Conferenza stampa a Genova
22/09/2017 08:06  

Il Sindaco di Assisi Stefania Proietti, Padre Maurizio Verde, Vicario della Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, e Padre Enzo Fortunato, Direttore della Sala Stampa del Sacro Convento, si sono recati ieri a Genova per la Conferenza Stampa di Presentazione della partecipazione delle Città liguri alle Celebrazioni in onore di San Francesco patrono d’Italia. La Conferenza si è tenuta presso la sede della Regione Liguria nella “Sala Trasparenza”.

Ad accogliere la delegazione di Assisi il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il Sindaco di Genova Marco Bucci, ad entrambi il sindaco Stefania Proietti ha rivolto “un sentito ringraziamento per la disponibilità, la vicinanza umana e istituzionale e l’entusiasmo nell’organizzazione della partecipazione di Genova e delle Città liguri alle imminenti celebrazioni in onore del Santo di Assisi Patrono d’Italia dal 1939”.

I 500 litri di olio ligure sono offerti dai 37 Comuni aderenti alla sezione ligure dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio e dall’Oleoteca regionale. L’evento del dono dell’olio si articolerà il 3 e il 4 ottobre nella Basilica di Santa Maria degli Angeli in Porziuncola, nella Basilica Superiore di San Francesco di Assisi, nel Sacro Convento e nella Basilica Inferiore di San Francesco. “È un grande onore per noi essere ad Assisi per la Festa del nostro Santo Patrono con un’eccellenza del nostro territorio, l’olio, prodotto da oltre 1000 anni sulle colline terrazzate della Liguria – ha aggiunto il Presidente Toti –. Oggi più che in passato il messaggio di San Francesco è attuale anche per ribadire l’appartenenza alla nostra civiltà e riconoscere le radici cristiane dell’Europa”.

Sarà infatti la Liguria a donare l’olio per la lampada votiva che risplenderà sulla Tomba del Santo per tutto l’anno. “Un gesto simbolico che assume quest’anno un significato ancor più grande – afferma il Sindaco Stefania Proietti – in quanto avviene a venti anni dal sisma del 1997. In quella circostanza Assisi fu colpita al cuore, con la perdita di 4 vite, le Basiliche e quasi tutta la Città erano inagibili e le celebrazioni francescane – che avevano ospite proprio la Regione Liguria – si tennero solo in forma simbolica. Possiamo quindi affermare che la Liguria partecipa alle vere e proprie celebrazioni francescane dopo ben 40 anni, e anche per questo siamo particolarmente felici per la presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri On. Paolo Gentiloni – insieme alla Ministra Fedeli – che a margine della Santa Messa del 4 ottobre, saluterà in diretta RAI tutta l’Italia dalla loggia del Sacro Convento. Siamo onorati anche per la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha scelto proprio il 3 ottobre, giorno di inizio delle celebrazioni francescane (in cui si ricorda il “transito” di San Francesco) per lanciare da Assisi un messaggio di speranza e di ringraziamento verso le tante persone che ogni giorno continuano ad operare per risollevare il Paese dalle continue emergenze che l’hanno colpito in questi ultimi anni. Pertanto – aggiunge il Sindaco Proietti – quest’anno l’offerta dell’olio da parte del Sindaco di Genova Marco Bucci, a nome delle genti d’Italia e del mondo, assume un valore straordinario, che vuole riaffermare la centralità degli universali valori francescani nella vita delle Città e delle Istituzioni.”






ARTICOLI CORRELATI


22/10/2017  15:00
La Pace nella riconciliazione con Dio e tra gli uomini
Discorso di San Giovanni Paolo II dalla Porziuncola

12/10/2017  10:04
Il geniale pressing di Chiara
Per la canonizzazione di Francesco d’Assisi

09/10/2017  09:14
San Francesco si recò in Oriente
Spunti di francescanesimo dalla Terra Santa

07/10/2017  10:15
I francescani secolari e il dono della fratellanza
Esperienze fraterne di frate Francesco d’Assisi

05/10/2017  10:56
Facciamo la nostra parte, nell’Amore e nella Pace
Celebrazioni per San Francesco d’Assisi alla Porziuncola

05/10/2017  08:34
San Francesco profeta del giorno dopo
di fra Pietro Messa OFM